giovedì 8 aprile 2010

UNA POESIA DI GIORGIO BASSANI

Questa intensa poesia Bassani l'ha scritta a Napoli nel 1944:

Non piangere, compagno,
se m'hai trovato qui steso.
Vedi, non ho più peso
in me di sangue. Mi lagno
di quest'ombra che mi sale
dal ventre pallido al cuore,
inaridito fiore
d'indifferenza mortale.
Portami fuori, amico,
al sole che scalda la piazza,
al vento celeste che spazza
il mio golfo infinito.
Concedimi l'erma pace
dell'aria. Fa che io bruci
ostia candida, brace
persa nel sonno della luce.
Lascia così che dorma: fermento
piano, una mite cosa 
sono, un calmo e lento
cielo in me riposa.